DigiEduHack: Comau e DIH Vicenza il 12 e 13 novembre a caccia di idee nuove per la didattica (anche a distanza) in epoca Covid

DigiEduHack 2020

Si chiama DigiEduHack l’hackathon dedicato allo sviluppo e alla condivisione di soluzioni innovative in ambito educativo, che si terrà il 12 e 13 novembre in modalità online e rivolto a insegnanti, studenti universitari, ricercatori, maker, che si sfideranno in squadre composte da tre partecipanti ciascuna.
DigiEduHack è una manifestazione, quest’anno in versione virtuale, promossa dall’EIT (Istituto Europeo per l’Innovazione e la Tecnologia) cui aderisce Comau, eccellenza mondiale nel settore dell’automazione industriale e della robotica, e Confartigianato Imprese Vicenza, forte della ricca esperienza accumulata negli anni grazie alla ricca attività dell’Ufficio Scuola e del Digital Innovation Hub, spesso impegnati insieme nel diffondere la cultura digitale, la robotica educativa e il coding tra i più piccoli.
“Per noi si tratta dell’ottavo hackathon – ricorda Cristian Veller, presidente della categoria ICT di Confartigianato Imprese Vicenza-. Il contest, è aperto ai docenti di tutte le scuole primarie e secondarie, ma anche a tutti coloro che abbiano voglia di investire un po’ del proprio tempo per ridisegnare la didattica in epoca Covid. Diversamente dagli hackathon tradizionali questo contest infatti non obbliga i partecipanti a restare in un unico spazio temporale, lasciando a ciascuno la libertà di programmare il proprio impegno e quindi conciliando la partecipazione a questa ‘sfida’ con lavoro e famiglia.”
Movimento di livello globale, DigiEduHack è supportato dalla Commissione Europea, da diverse aziende tecnologiche e da istituzioni ed è dedicato a stimolare la riflessione sulla didattica digitale dei nostri tempi, attraverso un approccio orientato all’Open Innovation. Nel contesto attuale, dove l’emergenza sanitaria ha portato alla chiusura parziale o totale delle scuole, Comau offre a studenti, docenti e maker e.DO Cube, una nuova estensione del braccio robotico e.DO per la didattica a distanza e l’insegnamento della robotica educativa, del coding e delle STEM. La sfida è quella di rendere la didattica a distanza più partecipativa per i ragazzi che frequentano le scuole, attraverso un approccio formativo coinvolgente, ma allo stesso tempo efficace.
Comau è l’organizzatore di uno degli hackathon di DigiEduHack e lancia la sfida “Improving the learning experience through Robotics”. La richiesta per i partecipanti è quella di proporre una modalità di insegnamento o di progettare un miglioramento tecnologico di e.DO Cube che possa migliorare l’interazione degli studenti e la loro esperienza di apprendimento.
Da questa sfida possono nascere anche modalità innovative di laboratorio, molto importanti per alcuni percorsi di studi penalizzati dalla situazione sanitaria.
Partecipare all’hackathon è semplice. Basta collegarsi al sito e compilare il form di registrazione (https://digitalinnovationhubvicenza.it). La sfida prenderà il via il 12 alle 09:00 per terminare il 13 alle 21:00 Per tutto il tempo i partecipanti potranno contare sul supporto tecnico di Confartigianato, e dei mentor di Comau. I progetti dovranno essere presentati attraverso un breve video in inglese che verrà caricato sulla piattaforma. I due progetti migliori riceveranno in premio un buono regalo Amazon del valore di 100€ (per ogni membro dei team vincitori) e una giornata in azienda per i primi 4 team. Inoltre il team migliore dell’Hackaton parteciperà al contest globale, in cui saranno premiati i 3 migliori team in assoluto con un premio di 5.000 Euro offerto da EIT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *